Questo sito contribuisce alla audience di
Benvenuto!

Registrati gratis per accedere a tutte le discussioni

  1. Il forum di DimmiCosaCerchi chiuderà presto: dopo tanti anni, il forum chiuderà. ma questa non è una fine... Leggi questa discussione
  1. simonaB

    simonaB Amministratore Membro dello Staff Amministratore

    Blog Posts:
    1
    Registrato:
    15 Luglio 2008
    Messaggi:
    12.212
    Mi Piace Ricevuti:
    1.396
    Segui la pagina Facebook dedicata all'iniziativa:
    https://www.facebook.com/NormativaGiveaway
    Raccolta firme ed info utili: Normativa Giveaway

    A seguito di questo messaggio ho deciso di aprire una discussione che conterrà sicuramente tante novità ma anche tanti chiarimenti, visto la grande confusione ed allarmismo creati in questi giorni a seguito di alcune blogger che avrebbero ricevuto una sanzione dal Ministero dello Sviluppo Economico (anche se non ho trovato traccia in rete di questo).

    Anzitutto andiamo per gradi.

    Chi è il Ministero dello Sviluppo Economico?
    Il Ministero dello Sviluppo Economico l'organo competente che segue e monitora le Manifestazioni a Premio.
    Le manifestazioni a premio si dividono a loro volta in due "gruppi": operazioni a premio e concorsi a premio.

    Le prime (operazioni a premio) sono quelle classiche raccolte punti o regali ottenuti a seguito di un acquisto.

    I concorsi a premio sono invece delle manifestazioni che non necessitano di un acquisto da parte del consumatore (quindi possono essere con o senza obbligo di acquisto) che permettono al consumatore di ricevere un premio in base alla sorte, abilità, o altri criteri che di seguito vi spiegherò.

    Vorrei approfondire il discorso "Concorsi a premio", ossia quello che sta generando panico fra molte blogger.

    La legge (che è gestita dalla normativa dpr_430_2001 che potete visionare anche qui) dice:

    Non sono un avvocato, ma studio questa normativa da circa 2 anni ed ho chiesto consulenze a vari avvocati.

    Cerchiamo di "tradurla" insieme.

    Il punto a) dice che l'attribuzione dei premi dipende dalla sorte. E' chiaro quindi che un'estrazione Random rientri in questo caso portando il vostro Giveaway ad essere un vero e proprio concorso a premi.

    Il punto b)
    dice che l'attribuzione dei premi dipende da qualsiasi congegno che riesca ad "estrarre" uno o più vincitori del premio; anche in questo caso il classico sistema "Random.org" rientrerebbe in questo punto.

    Il punto c) parla di abilità dei concorrenti ad esprimere giudizi o pronostici relativi a determinate manifestazioni sportive, letterarie, culturali in genere o a rispondere a quesiti o ad eseguire lavori la cui valutazione è riservata a terze persone o a speciali commissioni; quindi non è il caso dei classici Giveaway.

    Il punto d) infine parla di abilità dei concorrenti di adempiere per primi alle condizioni stabilite dal regolamento, purché le modalità dell'assegnazione dei premi siano oggettivamente riscontrabili e i concorrenti che non risultino vincitori possano partecipare all'assegnazione di ulteriori premi. In questo ultimo punto, la condizione necessaria è che sia presente un'etrazione finale per i non vincitori.
    Quindi anche qui non rientriamo nel caso dei classici Giveaway (dove solitamente il vincitore è uno solo).

    Chiarito quali siano i punti che possono ( o meno) far rientrare un Giveaway in una manifestazione a premio, dovete sapere che nella normativa sono presenti anche delle Esclusioni; ossia dei casi particolari in cui una manifestazione NON è considerata concorso a premi.

    Ecco la definizione delle esclusioni presenti nella normativa:

    Nel punto a) si fa riferimento a concorso letterari, artistici o scientifici purchè il premio equivalga ad un "corrispettivo di prestazione d'opera o rappresenta il riconoscimento del merito personale o un titolo d'incoraggiamento nell'interesse della collettività".

    Facciamo un esempio; se avessi un Blog che tratta Nail Art e promettessi alle mie lettrici di premiare la Nail Art più bella realizzata da queste con in palio dei prodotti tematici (quindi smalti, pennelli, decorazioni per unghie ecc...) questo Giveaway sarebbe escluso dall'obbligo di comunicazione al ministero in quanto il Giveaway equivarrebbe alla produzione di un'opera artistica ed i premi rappresenterebbero il riconoscimento del merito personale o un titolo d'incoraggiamento nell'interesse della collettività

    Tralasciano il punto b) che non ci riguarda (manifestazioni radiotelevisive) ed il punto c) (sconti di prezzo sui prodotti) passiamo agli ultimi due punti che sono di particolare interesse per chi organizza dei Giveaway.

    Il punto d) dice che sono esclusi dalla normativa le manifestazioni i cui premi sia di "minimo valore" a condizione che il premio non sia legato ad alcun acquisto.

    Essendo la normativa degli anni 40 (o 50, non ricordo esattamente), è stata emessa una esemplificazione che avrebbe dovuto avere lo scopo di chiarire il termine "minimo valore".
    Nella normativa originaria si fa riferimento a piccoli gadgets come lapis, bandierine, calendari "ed oggetti simili".
    Con l'esemplificazione (circolare n.88/E del 22 Luglio 1998 del Ministero delle Finanze che tuttavia non ho trovato da nessuna parte, neppure nel sito del ministero stesso) dovrebbe essere riportato questo:
    Fonte.

    Infine tengo a precisare che la normativa dice anche che:
    So di essermi allungata molto, ma questo è un argomento che va letterlamente preso alla lettera ed interpretato in ogni suo punto.

    In sintesi, affinchè un Giveaway oggi debba essere "a norma di legge"
    dovrebbe avere un premio con oggetto di minimo valore, oppure essere un'opera letteraria o artistica (come premi tematici) oppure non prevedere alcun tipo di estrazione.

    Adesso vi parlo invece di quello che fa incavolare me.
    Parliamo di sanzioni.
    Le sanzioni fino al 2009 andavano dai 2000€ (circa) ad un massimo di 10000€ (circa).

    Oggi sul sito del ministero si legge:
    Come mai questo aumento sproporzionato delle sanzioni?
    Il perchè lo trovate in un altro decreto:

    Evito di commentare questo, lasciando a voi le conclusioni.

    Per chi non avesse ben capito la nuova normativa, questo significa che un'azienda organizza un concorso a premi non autorizzato e noi lo sponsorizziamo (per esempio per farsi votare) anche noi siamo sanzionabili nella stessa identica misura del promotore del concorso a premi.

    Qual'è il problema? Il problema è che la sanzione è sproporzionata al "reato" (se mi mettessi a spacciare (reato penale a parte) rischierei una multa nettamente inferiore, così come riportato in questo articolo:
    Mi pare ovvio che una persona non è in grado di sapere a priori se un concorso a premio è "regolare" o meno, in quanto la documentazione è in mano al promotore ed al ministero stesso.

    Alla luce di tutta quanto esposto, quello che vi chiedo io è di fare una seria raccolta di firme affinchè questa legge venga modificata e resa idonea al presente (la legge è degli anni 40 e deve essere assolutamente rivista).

    Qual'è la mia proposta?
    Partendo dal presupposto che l'organizzazione di un concorso a premi può costare fino a 10000€ (lo so perchè mi sono informata anche io per organizzarne uno) mi pare ovvio che molte piccole aziende non sono in grado di permettersi questa spesa.

    Quello che propongo io è:

    * Aumentare il valore minimo del premio a 25/30€
    * Fare in modo che vi siano un organo all'interno del ministero che intervenga anche in questi casi (ossia una manifestazione che non configuri in concorso a premi) nel caso in cui il premio non dovesse essere assegnato o ricevuto dal vincitore.

    Basterebbe veramente poco per dare alle piccole aziende un "sollievo" cercando di emergere da questo periodo di crisi con piccole iniziative volte a soddisfare i propri consumatori senza incorrere nell'illegalità ma soprattutto senza il rischio di portarle in rovina.

    Se organizzassimo una raccolta firma, quante di voi aderirebbero? Vi prendereste l'impegno di spargere la voce portando più blogger possibile ad aderire?

    CHI POSSO CONTATTARE IN CASO DI DUBBI?


    Contatti
    • Per informazioni: numero verde 800-300103 (ore 9.30-12.30 attivo lunedì, mercoledì e venerdì)
      tel: (+39) 06.9651.7258 - fax: (+39) 06.9651.7386
    • Indirizzo dove inviare la posta: DG MCCVNT Divisione XIX - Manifestazioni a premio, via Molise, 2 - 00187 - Roma
    • Indirizzo degli uffici della Divisione: via Liguria, 26 - 00187 - Roma,
    • Per quesiti amministrativi: m.premioinfo@sviluppoeconomico.gov.it
    • Per supporto a compilazione dei modelli elettronici ultimata: m.premioinfo@mise.gov.it
    • Lista completa dei contatti telefonici



    http://www.sviluppoeconomico.gov.it...howArchiveNewsBotton=0&idmenu=2263&id=2016511
     
  2. simonaB

    simonaB Amministratore Membro dello Staff Amministratore

    Blog Posts:
    1
    Registrato:
    15 Luglio 2008
    Messaggi:
    12.212
    Mi Piace Ricevuti:
    1.396
    Assolutamente no; quello che gli utenti non capiscono è che il valore non è dato dal "valore che l'utente gli attribuisce", ma dal valore commerciale del premio, ossia il suo valore di mercato.
     
  3. mariangela91

    mariangela91 Risparmiatore Costante

    Blog Posts:
    0
    Registrato:
    7 Febbraio 2011
    Messaggi:
    117
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Re: Riferimento: Giveaway e normativa Ministero Sviluppo Economico

    e se il premio fossero dei campioncini gratuiti?
     
  4. thorndyke

    thorndyke Nuovo utente

    Blog Posts:
    0
    Registrato:
    4 Settembre 2015
    Messaggi:
    5
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Salve, sono capitato per caso qui dalla ricerca google sui giveaway. Vorrei farvi notare uno dei primi righi che avete quotato: "concorsi a premio le manifestazioni pubblicitarie".

    Se si organizza un giveaway autentico senza fare promozioni, ma solo per ringraziare i propri lettori regalando una cosa, questo non può essere visto come manifestazione pubblicitaria.

    Ne ho inserito uno di questo tipo e tra i primi commenti/partecipanti c'è proprio il mio avvocato con cui mi sono consultato prima di fare il giveaway. Se volete farne uno chiedete consigli ad un legale, c'è una differenza tra giveaway e concorso a premio.

    Ps: si sa come è andata a finire con quelli che erano in causa e la cui vicenda è ben diversa da un classico giveaway presente in un blog?
     
  5. Beatris

    Beatris Risparmiatore Platinum

    Blog Posts:
    0
    Registrato:
    19 Novembre 2014
    Messaggi:
    546
    Mi Piace Ricevuti:
    105
    simonaB : volevo segnalarti il cambiamento dei contatti telefonici e non.
    Poprio stamattina ho provato a contattare questi numeri per chiedere delle info in merito ad un concorso e sono risultati tutti disattivati. Inoltre la mail per i quesiti amministrativi è stata leggermente modificata in: m.premioinfo@mise.gov.it
    Ciao
     
Top